“Nessuno incontra difficoltà eccessive nel vivere se ha 
una buona presa su quello che gli sta succedendo.”

H.S. Sullivan

 

 


Nella nostra vita possono esserci momenti di crisi (cambiamenti, fasi di crescita, lutti, separazioni, problemi sentimentali o lavorativi, etc.), in cui riuscire ad essere sereni ed equilibrati risulta difficile e sentiamo di non avere una via di uscita.
In momenti come questi può essere molto utile consultare un professionista per riuscire a capire meglio cosa ci sta succedendo e superare in modo positivo le difficoltà che attraversiamo.
Chiunque viaggi conosce la sensazione di spaesamento e di impotenza che deriva dal trovarsi in un paese la cui lingua non si capisca bene, di cui non si conoscano usi e costumi, di cui si capiscano poco gli obiettivi e dove si riscontri che i simboli di quello che in patria è il proprio status mancano del tutto o sono indifferenti agli abitanti del luogo. Il disagio psicologico spesso sorge per la difficoltà di distinguere le sfumature dell'esperienza sociale. Cogliere il messaggio implica, perciò, il riuscire ad afferrare queste sfumature per imparare a “leggere” e “interpretare” il mondo.
Nell'approccio da me utilizzato il sintomo diventa, quindi, un alleato, un segnale di allarme da decifrare e non un'etichetta da apporre o un marchio indelebile con il quale descrivere  e incasellare le sfaccettature soggettive. Come direbbe Alfred Korzybski (illustre ingegnere e filosofo) “la mappa non è il territorio”, così come la diagnosi non è il paziente. Diventa allora fondamentale fornire alla persona un ambiente sereno, accogliente e non giudicante che favorisca un clima di fiducia rivolto alla risoluzione del problema e al “cambiamento”. 
Personalmente mi piace rappresentare il percorso terapeutico come una pagina bianca sulla quale il paziente può ri-scrivere la propria vita, un “romanzo in continuo movimento” da portare sempre con sé come miglior compagno di “viaggio”. 

 

Le specifiche aree di intervento a cui mi dedico sono:

 

  • Disturbi d'ansia: attacco di panico, fobie, disturbo ossessivo compulsivo, disturbo acuto da stress, disturbo     post-traumatico da stress, disturbo d'ansia generalizzata.

  • Disturbi del sonno.

  • Disturbi alimentari: anoressia, bulimia, obesità.

  • Disturbi dell'umore: depressione, disturbo maniaco-depressivo (bipolare).

  • Disturbi dell'infanzia: disturbi dell'apprendimento, disturbo da deficit d'attenzione e iperattività, fobie scolari, disturbo della condotta, disturbo oppositivo provocatorio.

  • Disturbi della sfera sessuale.

  • Disturbi somatoformi: ipocondria, disturbo algico, disturbo da somatizzazione.

  • Disturbi correlati a sostanze: dipendenza, abuso.

 

Le attività che svolgo riguardano:

 

  • Psicodiagnosi (attraverso colloqui e somministrazione di test).

  • Colloqui psicologici individuali rivolti ad infanzia, adolescenti e adulti.

  • Sostegno psicologico o Psicoterapia individuale, di coppia o di gruppo.

  • Protocollo EMDR ( Eye Movement Desensitization and Reprocessing).

  • Attività di supervisione per equipe di educatori/operatori nel settore sociale.

 

Aree di intervento di Andrea Pianigiani, psicologo e psicoterapeuta

psicologo bravo firenze
P_20181102_111712.jpg
contenuto protetto da © Copyright